Tuesday poison: Andrea Wan


Sì, lo sappiamo ormai da tempo: Berlino è una città che attira giovani da tutta Europa e non solo. Sarà forse per il suo essere un cantiere ancora in costruzione? Sarà forse per la curiosità di vedere gallerie sbucare dal nulla? Sarà magari per il mescolarsi di culture e colori entusiasmanti? O forse perché somiglia poco alle vere città tedesche, decorose e orgogliose nel loro luccichio provinciale.  Molte persone la adottano come soggiorno di studio e di esperienze proprio come l’artista che voglio presentarvi oggi.
Il nostro ospite di questa puntata di Tuesday poison è Andrea Wan, un illustratore canadese, il quale da qualche tempo ha scelto la capitale tedesca come residenza.
Le sue opere sono state esposte in molte gallerie in Canada, negli Sati Uniti e anche in Europa dove parteciperà al Pictoplasma Festival di Berlino il prossimo Aprile, un evento a cui la sottoscritta non mancherà di sicuro.
Guardando i suoi lavori trovo che assomiglino molto alle pagine dei rebus della settimana enigmistica anche se mancano lettere o parole per aiutare a decifrare la composizione: nella mente di Andrea Wan ogni opera deve essere vista nel suo insieme senza perdere di vista i particolari geometrici e curvilinei di cui è fatta.
Diciamo chiaramente che questo artista canadese girovago ( ha anche studiato in Danimarca ed ho scoperto che è nato ad Hong Kong) è un fanatico del colore, sa come mischiare bene le diverse tonalità cromatiche per dare allo spettatore un effetto visivo piacevole, surreale a ben vedere dai soggetti e dalle situazioni a tratti ludiche ma anche un po’ fiabesche.
Ciò che mi piace delle sue creazioni è la capacità di mettere in evidenza un equilibrio precario di sensazioni e emozioni che dalle sue creature arrivano a conquistare il mio sguardo, quello di chiunque si lascia accarezzare. C’è una lieve malinconia nel volti e nelle storie dei suoi rebus, un sottile aggrapparsi all’esistenza flebile di unirrealtà che si esprime più intensamente della vita vera.


Eva Di Tullio

Io sono Eva e con Tuesday Poison ogni martedì, vi racconterò la storia dell’arte pop surrealista e lowbrow: accomodatevi pure!


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *