READING

La Simbiosi nelle fotografie di Rik Garrett

La Simbiosi nelle fotografie di Rik Garrett



La prima volta che ho sentito la parola SIMBIOSI, ero alle elementari. La maestra di matematica, scienze e diosachealtro la tirò fuori dal cilindro parlando del rapporto tra i bisonti e gli uccelli che vi si posano sopra mangiando gli insetti fastidiosi per il bisonte. Per diversi anni, la mia immagine di Simbiosi è stata racchiusa nella sfera degli animali e legata a questo particolare episodio scolastico.
C’è voluto l’amore per scoprire che anche gli essere umani sono sensibili a questi tipi di rapporto, ma questa è tutta un’altra storia.
Il fotografo Rik Garrett, esplora in maniera viscerale il significato della parola SIMBIOSI producendo una serie che mostra rapporti intimi, morbosi, profondi e a tratti disturbanti.
Corpi che si fondono, si amalgamano, si vivono, si abbracciano, si stringono, si intrecciano, corpi che abbisognano l’uno dell’altro per continuare a vivere, come se un cordone ombelicale che non ci è dato vedere, li tenesse entrambi in vita.
Una serie che va ad esplorare il bisogno simbiotico dei corpi, l’imprescindibile voglia di viversi e regalarsi a qualcun altro. Sentimenti umani tanto belli quanto pericolosi, raccontati magistralmente da Rik Garrett.

La resa è data dall’applicazione di colore acrilico direttamente sulla fotografia.
Le immaigni originali sono molto piccole e hanno una dimensione finale di 8,25cm x 10,79cm.


Alessandro Rossi

Alessandro Rossi, fondatore di organiconcrete e pseudo studente di Ingegneria Edile-Architettura presso "La Sapienza" di Roma. Ossessionato dai buchi temporali, dall'eta adolescenziale, dal trascorrere del tempo, dai rapporti umani e dall'arte. Irrimediabilmente fesso.


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *