L’esotico esoterico di Joe Fenton


I legami tra l’India e l’Inghilterra non sono stati sempre come comunemente si dice: ‘rose e fiori’, ma si può dire con un po’ di ironia, che dai Beatles in poi, n.b. ‘Across the Universe’ con il mantra jai guru deva om, tra l’Inghilterra e l’India si è venuto a creare un legame speciale.
Ma questa è solo un’interpretazione di un legame più complesso, economico ad esempio. Poco importa se l’incontro tra la vecchia Inghilterra e l’esotica India è di tipo economico-politico, quello che importa è il fascino che il paese asiatico ha sempre suscitato sul resto del mondo.
Come mai si parla solo della connessione Inghilterra-India? Ci sarà qualcosa sotto?
Ovviamente si. Oggi si parla di Joe Fenton londinese, ha frequentato la scuola di arte scultura di Wimbledon. Ora il suo contatto con l’India: le sue opere ricche di elementi esotici e induisti nettamente monocromatici eseguite con chiara precisione su foglio con matita, inchiostro e colori acrilici.
Esotico ed Esoterico si incontrano creando paesaggi inquietanti, dove lo spettatore è costretto a soffermarsi più a lungo per scoprire l’essere antropomorfo che si nasconde fino all’ultima piega della luce. Nelle scene create da Joe Fenton il richiamo a temi macrabi è più che esplicito, lasciando chi guarda in uno stato di stupore e orrore di fronte a ciò che normalmente viene omesso, ciò che per l’occidente è un tabù cioè LA MORTE.
Tralasciando, da veri occidentali, temi poco fausti, bisogna stare bene attenti nel guardare il disegno e vedere come gli idoli disegnati da Fenton hanno stampato sulla faccia sempre un sorriso giulivo.
Come sempre dopo tante parole non resta altro da fare che guardare le immagini e decidere se apprezzarle oppure no.


Alessia Cupertino

Sono Alessia ho 22 anni da grande... vorrei fare la modella e vorrei la pace nel mondo. Sogni irrealizzabili? Speriamo non il secondo! Aspettando, cerco di scappare dalla routine quotidiana e dalla facoltà di lettere e filosofia.


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *