READING

Mark Powell: Antropologia delle immagini a portata...

Mark Powell: Antropologia delle immagini a portata di biro


Esistono molti modi per creare e allo stesso tempo raccontare una storia.
Talvolta basta mettersi davanti ad un foglio bianco, prendere una penna e dare libero sfogo a quello che ci passa per la testa. Non sempre però questo binomio è sinonimo di una qualsivoglia forma di scrittura.
Il giovane artista inglese Mark Powell ha infatti deciso di servirsi di questi due semplici elementi per dare vita a ritratti estremamente realistici e dettagliati.
3rS5bzNSz1nFsi8dkIceYN-dbGs
Egli ha volutamente deciso di utilizzare delle comunissime penne biro – che una volta terminate vengono accuratamente numerate – per sottolineare la possibilità di dar vita a qualcosa di straordinario con oggetti di uso comune e di facile reperibilità ed allo stesso tempo, a differenza delle matite per esempio, di lavorare con la consapevolezza che ogni segno realizzato, non potrà essere in alcun modo cancellato.
Il supporto cartaceo da lui scelto va invece oltre il semplice foglio bianco. Egli infatti utilizza buste – spesso affrancate – quotidiani e mappe risalenti talvolta addirittura alla seconda metà del 1700.
Il tutto selezionato con lo scopo di creare una sorta di legame tra queste particolari tipologie di carta antica ed i soggetti ritratti, spesso uomini e donne anziani, con volti visibilmente segnati dall’inevitabile scorrere del tempo.
Una “storia nella storia” che induce l’osservatore a fantasticare e a creare di volta in volta personalissime interconnessioni – in realtà non esistenti – tra i due elementi.

Le principali influenze artistiche del giovane Powell sono Michel Basquiat (di cui abbiamo parlato qui) e Chuck Close, dal lavoro dei quali trae però ispirazione unicamente per migliorarsi di volta in volta sul piano tecnico ed innovativo.
aroundtheworld markpowellart545website markpowellart554website markpowellhereliesthehumansoul markpowellthesunburntvictory


Nadia Guidi

Nadia, nevrotica precisina full time, nel tempo libero tento di farmi largo nell'insidioso mondo della curatela. Rincorro tutto ciò che toglie il respiro e sono alla costante ricerca della meraviglia.

Commenti

commenti


RELATED POST

  • Samanta Di Comite

    fantastico e geniale!